#SpecialeBuenosAires - El Monumental “Antonio Vespucio Liberti” - Passione Stadi
Lo stadio del river a Buenos Aires
stadio,estadio,river,buenos aires
1002
post-template-default,single,single-post,postid-1002,single-format-standard,woocommerce-no-js,ajax_fade,page_not_loaded,,vertical_menu_enabled,qode-title-hidden,qode_grid_1300,footer_responsive_adv,qode-content-sidebar-responsive,columns-4,qode-theme-ver-16.8,qode-theme-bridge,qode_header_in_grid,wpb-js-composer js-comp-ver-5.5.2,vc_responsive

#SpecialeBuenosAires – El Monumental “Antonio Vespucio Liberti”

Data di inaugurazione: 1938 River – Penarol 2-1
Capienza: 70.074
Ultima ristrutturazione: 2015

Negli anni trenta il River Plate cercava un terreno per costruire uno stadio di proprieta’ e soddisfare le proprie ambizioni di grandezza. Si pensava infatti ad uno stadio con pista d’atletica che potesse contenere fino a 100.000 spettatori, in grado di ospitare nel futuro i Giochi Olimpici. Gli architetti, di cui uno di origine italiana (Calabria), si ispirarono dichiaratamente al Colosseo, riprendendone la forma ellittica nel suo disegno.

Lo stadio veniva inaugurato con tre tribune realizzate, a forma di cavallo, lasciando un’apertura su un lato, che per il pubblico locale simbolizzava una finestra sul vicino Rio de la Plata.
Finalmente nel 1958, con la cessione di Omar Sivori alla Juventus, si ottiene il denaro per poter costruire la quarta e ultima tribuna, intitolata proprio al celebre giocatore argentino.

Durante i Mondiali del 1978 ha ospitato non solo la cerimonia d’apertura, ma anche la partita tra la Seleccion contro l’Italia vinta dagli azzurri e la finale contro l’Olanda dove gli argentini hanno potuto festeggiare il primo titolo mondiale.
Sono le finali di Copa Libertadores del 1986 e del 1996, in cui il River Plate batte in entrambe le volte America de Cali, che fanno registrare il maggior numero di biglietti nella storia del club, per un totale di 86.000 spettatori.

 

Il futuro dello stadio è ancora incerto: la presidenza D’Onofrio ha presentato un progetto nel 2014 per poter aumentare la capienza dello stadio.
L’obiettivo principale e’ quello di migliorare la visibilita’ degli spettatori eliminando la pista d’atletica e togliendo i divisori nelle due tribune popolari. In alternativa, si parla anche di costruire uno stadio totalmente nuovo sempre nello stesso sito, ma pare che la maggioranza dei soci intenda preservare lo storico Monumental.

Tommaso Pasquinelli per Passione Stadi

 

No Comments

Post A Comment